mail Print page

Addio al contrassegno RC Auto: tutte le novità

Dematerializzazione RC Auto

Dal 18 ottobre 2015 non è più obbligatorio esporre sul proprio veicolo il contrassegno che certifica l’assicurazione RC Auto. L’assicurazione resta obbligatoria, ma la validità della polizza viene certificata da una banca dati informatica, alimentata da tutte le compagnie assicurative.
In più, grazie all'app Allianz Controllo RCA, inserendo il numero di targa potrai consultare la banca dati informatica per sapere se un veicolo è assicurato.

La modifica è stata introdotta dal D.M. 110/2013 e ha l’obiettivo di combattere le frodi assicurative e aumentare la tutela nei confronti dei cittadini correttamente assicurati. 

Oggi si stima che siano quasi quattro milioni i veicoli circolanti non assicurati(1). Con la banca dati centralizzata, scompare il fenomeno dei contrassegni falsi e si riducono, di fatto, le possibilità di circolare senza un’assicurazione valida.

La validità dell’assicurazione può essere infatti verificata in tempo reale
dalle forze dell’ordine, anche tramite i sistemi già esistenti in grado di rilevare le targhe automobilistiche, come per esempio le telecamere del traffico e i tutor.

Non è più necessario esporre il contrassegno assicurativo sul parabrezza dell’auto, perché non ha più alcuna validità.
L’esistenza della polizza RC Auto viene attestata da una banca dati informatica, costantemente aggiornata.
Per verificare in tempo reale la validità dell’assicurazione è sufficiente conoscere la targa del veicolo.

Questa “dematerializzazione” si aggiunge a quella dell’Attestato di rischio, già in vigore. Infatti, da luglio 2015, non viene più inviato l’Attestato cartaceo in prossimità della scadenza della polizza auto.

Le informazioni dell’Attestato (classe di merito ed eventuali sinistri causati) sono contenute in una banca dati informatica alimentata dalle compagnie assicurative.

In pratica: quando chiederai un preventivo per la stipula di una nuova polizza non dovrai più presentare il tuo attestato cartaceo, perchè Allianz potrà risalire alla tua storia assicurativa direttamente dalla banca dati

Alla stipula di una nuova polizza o al rinnovo della tua polizza attuale ti verranno forniti:

  • Ricevuta di pagamento - che attesta il pagamento del premio assicurativo. Conservala perché potrebbe esserti utile in caso di richiesta da parte delle Forze dell’Ordine.
  • Certificato di assicurazione - che attesta il periodo di validità della tua polizza e contiene i dati utili per la compilazione della Constatazione Amichevole di Incidente.
  • Carta verde - che attesta la validità della polizza nei Paesi che non fanno parte dello Spazio Economico Europeo (ad es. Albania, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Russia, Montenegro, Tunisia, Turchia e Ucraina).

In caso di sinistro

Non cambia nulla. Ricordati di compilare il modulo di Constatazione Amichevole di Incidente con il conducente dell’altro veicolo, per farlo puoi servirti del Certificato di Assicurazione o della Carta Verde. Nel caso in cui la controparte non accetti di sottoscrivere il Modulo, è sufficiente riportare la targa del suo veicolo

Come scoprire se la controparte è assicurata

In caso di incidente, è utile sapere subito se l’altro veicolo è assicurato. Da oggi puoi verificarlo in tempo reale, con la nuova App Allianz Controllo RCA.

Tutti i vantaggi per te

  • Più protezione in caso di incidente con la riduzione delle frodi
  • Più comodità: non devi più esporre il tagliando sul parabrezza
  • Con la nuova app Allianz Controllo RCA , inserendo il numero di targa, potrai sapere se un veicolo è assicurato
    E' semplice, gratuita e ti sarà utile in caso di incidente.

Note

(1) Fonte: Rapporto annuale ANIA, luglio 2015

mail Print page