mail Print page

Iniziativa per terremoto 2012

Allianz e i suoi dipendenti hanno donato oltre 132.000 euro alla CRI in favore dei terremotati dell'Emilia Romagna. La somma è stata trasferita in agosto alla Croce Rossa, partner privilegiato del Gruppo Allianz per le emergenze umanitarie nel mondo, e destinata alla realizzazione di un progetto di assistenza socio-sanitaria nei quattro campi di accoglienza gestiti dall'organizzazione. Il progetto comprendeva spazi di sollievo dalla calura estiva (una tenda per combattere la disidratazione, tendoni pneumatici raffrescati per offrire un'adeguata formazione sanitaria agli ospiti) oltre a un ambulatorio mobile attrezzato con camper di appoggio.

Nel pieno di una torrida estate è dunque arrivato ai terremotati il supporto di Allianz: il recente sisma ha fatto scattare una gara di solidarietà fra azienda e dipendenti quando la compagnia ha lanciato il suo primo esperimento di "matched giving", ossia di donazioni da parte dei dipendenti raddoppiate dall'azienda.

In accordo con le rappresentanze sindacali, ai dipendenti assicurativi del Gruppo italiano è stata infatti offerta la possibilità di rinunciare al loro salario orario per un numero scelto di ore (da una in su) a favore della Croce Rossa Italiana, che gestiva quattro campi di accoglienza (Carpi, Concordia sulla Secchia, Rovereto e Finale Emilia).

I fondi sono stati trattenuti direttamente sul cedolino stipendio e risulteranno detraibili fiscalmente. Allianz Italia, lanciando l'iniziativa, aveva annunciato che avrebbe pareggiato le somme donate dai dipendenti, garantendo in ogni caso, per parte sua, un ammontare minimo di 50.000 euro.

La partecipazione all'iniziativa è stata più che soddisfacente, visto che la raccolta presso i dipendenti di tutti i livelli ha superato il minimo garantito da Allianz, raggiungendo i 66.000 euro, ovvero l'equivalente del salario di circa 2.400 ore lavorative, con quasi 1.100 dipendenti partecipanti (poco più del 23% delle risorse umane coinvolte). Il meccanismo del "matched giving" ha portato questa somma a oltre 132.000 euro.

Merita menzione anche un'altra iniziativa, circolata spontaneamente via e-mail fra i dipendenti: 166 di loro hanno collettivamente acquistato 288 kg di Parmigiano Reggiano "scosso", ossia danneggiato dal terremoto, per un costo totale di 3.888 euro.

Allianz, per facilitare i clienti residenti nelle zone del disastro, si è distinta per aver tempestivamente e spontaneamente attivato, prima delle disposizioni governative, un articolato pacchetto di provvedimenti, come l'estensione dei termini per il pagamento dei premi Auto e Danni, il blocco della maturazione degli interessi di mora e della spedizione dei solleciti di pagamento; anche le operazioni di manutenzione del portafoglio sono state sospese nelle aree interessate dal sisma.

La rete di vendita Allianz ha sofferto in prima persona per il terremoto: quattro agenzie a Carpi e Mirandola, risultate inagibili, sono state prontamente sostituite da altrettanti camper attrezzati, inviati dalla Compagnia per venire incontro ai disagi sia degli agenti che dei clienti. A loro volta, i rappresentanti degli agenti hanno aperto un conto corrente per raccogliere fondi a favore degli agenti colpiti.

mail Print page