Warning: You are using an outdated Browser, Please switch to a more modern browser such as Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

02/08/2019

Comunicato sui Risultati Trimestrali e Semestrali

Allianz mette a segno una solida redditività nel secondo trimestre 2019. Confermate le prospettive di utile operativo per l'intero esercizio

  • Crescita interna dei ricavi del 4,1% nel secondo trimestre 2019
  • Incremento dell'utile operativo del 5,4%, a 3,2 miliardi di euro, nel secondo trimestre 2019
  • Utile netto attribuibile agli azionisti cresciuto del 13,1%, a 2,1 miliardi di euro, nel secondo trimestre 2019
  • L'utile operativo nei primi 6 mesi del 2019, a 6,1 miliardi di euro, raggiunge il 53% della previsione di fine anno
  • L’utile netto attribuibile agli azionisti nei primi 6 mesi del 2019 cresce del 7,3%, attestandosi a 4,1 miliardi di euro
  • Il Solvency II capitalization ratio raggiunge il 213% alla fine del secondo trimestre 2019, dal 218% segnato alla fine del primo trimestre
  • Prospettive per l’utile operativo del 2019 confermate a 11,5 miliardi di euro, ± 500 milioni di euro

Management Summary: ricavi totali e redditività solidi

Dopo un buon inizio 2019, il Gruppo Allianz ha continuato a mettere a segno buone performance operative anche nel secondo trimestre. Allianz deve questi risultati alla sua strategia mirata, all'ottima capacità attuativa e alla diversificazione del suo portafoglio di attività. La crescita interna dei ricavi, che tiene conto degli effetti dei tassi di cambio e di consolidamento, nel secondo trimestre del 2019 è stata del 4,1%. I ricavi totali sono cresciuti del 6,1%, a 33,2 miliardi di euro (secondo trimestre 2018: 31,3). L'utile operativo ha registrato un aumento del 5,4%, a 3,2 miliardi di euro (3,0), nel secondo trimestre del 2019, grazie soprattutto al comparto Vita/Malattia, con una buona performance sottostante e un utile straordinario registrato negli Stati Uniti. L'utile operativo nel segmento Asset Management è migliorato soprattutto per effetto delle maggiori masse gestite. Il calo del risultato degli investimenti ha penalizzato l'utile operativo del ramo Danni.

L’utile netto attribuibile agli azionisti è cresciuto del 13,1%, attestandosi a 2,1 miliardi di euro (1,9) nel secondo trimestre del 2019, grazie alla crescita dell’utile operativo e al miglioramento del risultato non operativo. Il miglioramento di quest'ultimo dato è dovuto al fatto che sul risultato del secondo trimestre 2018 aveva pesato l'impatto negativo derivante dalla vendita del portafoglio Vita tradizionale a Taiwan.

L’utile per azione (EPS) è cresciuto del 10,2%, a 9,76 euro (8,86), nel primo semestre del 2019. Il Return on Equity (RoE) annualizzato è salito al 14,7% (intero esercizio 2018: 13,2%). Il Solvency II capitalization ratio è sceso dal 218% alla fine del primo trimestre di quest'anno al 213% alla fine del secondo trimestre. Questa flessione è principalmente dovuta alle oscillazioni del mercato e ad alcune operazioni di gestione del capitale, in parte controbilanciate dai positivi risultati operativi Solvency II.

Nel primo semestre del 2019, l'utile operativo è cresciuto del 6,4%, attestandosi a 6,1 miliardi di euro (5,8), sopra il punto intermedio del range target per l’intero esercizio. Il comparto Vita/Malattia ha fatto segnare un incremento dell'utile operativo, grazie a un utile straordinario registrato negli Stati Uniti. Nei rami Danni si è registrato un miglioramento del risultato di underwriting, mentre nel segmento Asset Management l'utile operativo è rimasto stabile. La crescita dell'utile operativo è stato il principale elemento propulsore della crescita del 7,3% dell'utile netto attribuibile agli azionisti, che ha raggiunto 4,1 miliardi di euro.

Il 14 febbraio 2019, Allianz ha annunciato un nuovo programma di riacquisto di azioni fino a 1,5 miliardi di euro. Al 30 giugno 2019 erano state riacquistate 6,2 milioni di azioni, pari all'1,5% del capitale in circolazione.

“Sono orgoglioso del team Allianz, che ancora una volta ha messo a segno ottimi risultati”, ha dichiarato Oliver Bäte, Chief Executive Officer di Allianz SE. “Una performance sostenibile che è il risultato della nostra rigorosa attuazione della strategia del Gruppo, capace di dare al cliente le soluzioni che desidera. I risultati del primo semestre dimostrano che Allianz sta andando nella giusta direzione verso la realizzazione degli obiettivi per l’intero esercizio”.