23/09/2020

Allianz Global Wealth Report 2020: immunità per la ricchezza

  • Nel 2019 gli asset finanziari globali sono cresciuti del 9,7% raggiungendo 192 trilioni di euro
  • Nel primo semestre 2020, la crisi è stata superata dalla crescita dei depositi bancari e gli asset finanziari globali sono aumentati dell’1,5%
  • Si è ampliato ancora il gap tra i paesi più poveri e quelli più ricchi
  • Italia si conferma stabile al 17° nel ranking globale

Oggi Allianz presenta l’undicesima edizione dello studio Allianz Global Wealth Report, il rapporto globale sulla ricchezza finanziaria dei privati, che mette sotto la lente asset e indebitamento delle famiglie in più di 60 paesi nel mondo.

Un anno eccezionale

Negli ultimi dieci anni non si era mai registrato un incremento così significativo della ricchezza: a livello globale, nel 2019 gli asset finanziari[1] lordi sono aumentati del 9,7%, mettendo a segno la migliore crescita dal 2005, raggiungendo 192 trilioni di euro. Tale performance è ancor più sorprendente alla luce dei macro-trend che hanno visto crescere i disordini sociali, i conflitti commerciali e la recessione economica nel mondo. 

Tuttavia, grazie alle politiche di forte allentamento monetario messe in atto dalle banche centrali, i mercati azionari si sono sganciati dai fondamentali e sono così cresciuti del 25%, con un impatto positivo sul valore degli asset finanziari; infatti, guardando agli asset azionari, la crescita è stata addirittura pari al 13,7% nel 2019, un tasso mai registrato prima nel XXI secolo. I trend positivi registrati dalle altre due principali asset class sono stati inferiori – ma comunque significativi: gli asset assicurativi e previdenziali hanno raggiunto una crescita dell’8,1%, che riflette principalmente l’incremento degli asset sottostanti, e i depositi bancari hanno registrato uno sviluppo del 6,4%. 

Nel 2019, tutte le asset class che compongono la ricchezza finanziaria dei privati hanno sperimentato tassi di crescita superiori ai valori medi registrati sin dalla Grande Crisi Finanziaria del 2007-2008. Un’altra peculiarità emersa nel 2019 è questa: fino allo scorso anno, la classifica delle aree geografiche a maggior sviluppo era stata dominata dalle economie emergenti. Non è stato così nel 2019: le regioni con i più alti tassi di crescita sono state quelle più ricche, il Nord America e l’Oceania in cui gli asset finanziari1 lordi delle famiglie hanno messo a segno tassi di crescita record dell’11,9% in ciascuna delle due aree. Di conseguenza, i paesi emergenti non sono stati in grado di sovraperformare i paesi ricchi e il processo di avvicinamento si è bloccato.

[1] Gli asset finanziari includono liquidità e depositi bancari, prodotti assicurativi e pensionistici, titoli finanziari (azioni, obbligazioni e fondi di investimento) e altri prodotti finanziari.