06/11/2020

Comunicato sui risultati trimestrali e dei primi nove mesi

Allianz raggiunge 2,9 miliardi di euro di utile operativo nel terzo trimestre 2020

  • L’utile netto attribuibile agli azionisti cresce del 5,9%, a 2,1 miliardi di euro nel terzo trimestre 2020
  • I ricavi totali nel terzo trimestre 2020 a 31,4 miliardi, con un calo del 6,1%; nei primi 9 mesi dell’anno, i ricavi totali registrano una lieve flessione a 104,9 miliardi di euro
  • L’utile operativo nei primi 9 mesi 2020 è di 7,8 miliardi di euro, escluso l’impatto del Covid-19 a 9,1 miliardi di euro
  • L’utile netto attribuibile agli azionisti nei primi 9 mesi 2020 diminuisce del 17,6%, a 5,0 miliardi di euro
  • Il Solvency II Capitalization Ratio alla fine del terzo trimestre 2020 è al 192%

Management Summary: forte utile operativo

Dopo una breve fase di ripresa economica, il recente incremento dei tassi di contagio ha indotto numerosi governi a intensificare nuovamente le misure di confinamento per limitare la diffusione del Covid-19. A fronte del permanere di una situazione socio-economica difficile, il Gruppo Allianz ha dimostrato la propria resilienza anche per il terzo trimestre dell’anno e ha registrato solide performance in tutti i segmenti di business nei primi 9 mesi dell’anno. 

La crescita interna dei ricavi, tenendo conto degli effetti di cambio e di consolidamento, nel terzo trimestre 2020 è scesa del 6,0%, principalmente nel segmento Vita/Malattia. I ricavi totali nel terzo trimestre sono dimi-nuiti del 6,1%, a 31,4 miliardi di euro (terzo trimestre 2019: 33,4 miliardi di euro), mentre l'utile operativo ha registrato una riduzione limitata del 2,6% a 2,9 miliardi di euro (3,0) . Il segmento Vita/Malattia ha registrato un incremento dell'utile operativo, grazie al miglioramento del margine da investimenti. 

Nel segmento Danni, il calo dell'utile operativo è stato contenuto, nonostante le ulteriori perdite legate al Covid-19 e al minor contri-buto da run-off. L'utile operativo nel segmento Asset Management è diminuito soprattutto per effetto del calo dei ricavi operativi. Nel terzo trimestre 2020, l’utile netto attribuibile agli azionisti è cresciuto del 5,9%, atte-standosi a 2,1 miliardi di euro (1,9), grazie alla crescita del risultato non operativo della gestione finanziaria, parzialmente controbilanciata dall’aumento dei costi di riorganizzazione e di integrazione, oltre che dal calo dell’utile operativo.  

L’utile per azione (EPS) è cresciuto del 7,2% a 5,01 euro (4,68) nel terzo trimestre 2020. Il Return on Equity (RoE) annualizzato si è attestato all’11,3% (intero esercizio 2019: 13,6%). Il Solvency II Capitalization Ratio si è attestato al 192% alla fine del terzo trimestre, a fronte del 187% alla fine del secondo trimestre[1] 2020.

Nei primi nove mesi del 2020, i ricavi totali sono scesi dell’1,9%. L’utile operativo ha registrato una flessione del 14,6% a 7,8 miliardi di euro (9,1), essenzialmente riconducibile agli impatti negativi del Covid-19, che hanno raggiunto 1,3 miliardi di euro. L’utile operativo nei Danni è diminuito per l’effetto combinato del calo del risultato tecnico e della riduzione del risultato operativo della gestione finanziaria. L’utile operativo nel Vita/Malattia è diminuito per l’effetto combinato dell’utile straordinario nel 2019 e per effetto delle pressioni sul margine da investimenti. Di contro, l’utile operativo del segmento Asset Management è aumentato grazie all’incremento dei ricavi trainati dagli AuM. Il calo generalizzato dell’utile operativo ha determinato una riduzione dell’utile operativo netto attribuibile agli azionisti.

Alla luce del perdurante stato di incertezza economica causato dalla pandemia Covid-19, il Board of Management di Allianz SE ha deciso di cancellare il Programma di Buyback 2020, già sospeso, e di non procedere alla esecuzione della parte restante del programma che ammonta a 750 milioni di euro.

“Abbiamo ottenuto risultati solidi in un contesto che resterà difficile. Non solo abbiamo dimostrato la resilienza delle nostre performance finanziarie, ma dobbiamo ringraziare anche il grande supporto dei nostri straordinari collaboratori in ogni parte del mondo. E Allianz ancora una volta è stata riconosciuta da Interbrand come migliore brand assicurativo al mondo”, ha dichiarato Oliver Bäte, Chief Executive Officer di Allianz SE. “Per questo, siamo fiduciosi nella nostra capacità non solo di superare la crisi innescata dal Covid-19, ma anche di costruire una Allianz ancora più forte a vantaggio di tutti i nostri stakeholder”.

 

[1] Considerando anche l’applicazione di misure transitorie per le riserve tecniche, il Solvency II Capitalization Ratio si è attestato al 224%  alla fine del terzo trimestre di quest’anno (217% alla fine del secondo trimestre).

 

 

La traduzione in lingua italiana del comunicato stampa emesso in data odierna da Allianz SE è fornita per solo scopo divulgativo. Qualsiasi responsabilità legale fa capo esclusivamente alla versione originale in lingua tedesca e inglese.